Sede Legale
Via Felice Grossi Gondi n.49 - 00162 Roma
Segreteria
Via Guelfa 9, Bologna

animo infermieriL’infermiere ha assunto ormai un ruolo nuovo, più qualificato e qualificante. E’ un professionista dell’assistenza nell’accezione più ampio del termine.

Deve infatti, dedicarsi all’uomo ammalato e deve affiancarlo nel tentativo di risolvere i problemi sia dal punto di vista fisico che psichico. Per fare ciò occorrono una solida preparazione teorica, una forte determinazione ed una alta professionalità.

 

La vita media si è allungata e nelle Medicine Interne si ricoverano pazienti sempre più anziani, anche ultraottantenni, rappresentano una utenza sempre più complessa a cui le medicine interne hanno dovuto adattarsi.

L’infermiere, che assiste queste persone diverse per età, cultura e patologia, ma tutte accomunate dall’ansia che deriva dall’incertezza del futuro, deve essere una persona all’altezza del compito affidatogli, deve essere in grado di affrontare tematiche di ordine tecnico e psicologico con grande professionalità.

'Infermiere di Medicina Interna deve quindi essere quel professionista che: riesce a leggere i bisogni assistenziali dei propri utenti, riesce a mettere in atto metodologie di prevenzione su vasta scala, cura l'ingresso e l'organizzazione della degenza, costruisce un percorso diagnostico terapeutico complesso, gestisce problematiche terapeutiche, gestisce autonomamente situazioni di emergenza ed affronta situazioni difficili di confronto costante con la sofferenza e la morte. Nonostante questo, l'Infermiere di Medicina Interna è sempre stato considerato il "cugino povero", il professionista che, non usando una tecnologia complessa, può essere considerato di "serie B". A riprova di questo, abbiamo evidenza costante degli sforzi di tutti i Caposala di questi settori, che vedono la propria equipe costantemente in cambiamento, con il cruccio del dovere constatare e accettare il fatto che, quando la persona è addestrata, si senta pronta per unità operative più tecnologiche e quindi "più professionalizzanti".


Il desiderio di poter confrontare esperienze e difficoltà comuni, di dare maggiore visibilità all’Infermiere che lavora nelle Medicine Interne è stata la spinta a costituire una associazione a nome ANÍMO Associazione Nazionale Infermieri Medicina Interna Ospedaliera. Scopi e compiti che l’associazione si propone sono:

  1. Promuovere ed organizzare iniziative, come riunioni, incontri scientifico-culturali, congressi, predisposizione e implementazione di linee guida, allo scopo di incentivare e migliorare la cultura e la preparazione infermieristica nel campo della Medicina Interna

  2. Promuovere e favorire l'istituzione e la realizzazione di corsi di perfezionamento e d’aggiornamento d’interesse internistico.

  3. Collaborare con le Autorità politiche ed amministrative nella promozione e nello sviluppo d’iniziative atte a migliorare le strutture ospedaliere di Medicina Interna, con particolare riguardo alle tematiche assistenziali.

  4. Promuovere la ricerca infermieristica nel campo dell’organizzazione assistenziale ospedaliera al malato internistico.

  5. Realizzare programmi annuali d’attività formativa ECM (Educazione Continua in Medicina) per l’aggiornamento professionale e la formazione permanente degli associati, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalla normativa nazionale e regionale, secondo quanto indicato dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua in Medicina e dall’Unione Europea.


Attualmente l’attenzione della ANÍMO è concentrata sullo sviluppo e sulla formazione. Sono organizzate a tal fine, giornate di studio su tematiche assistenziali e organizzative di interesse infermieristico in Medicina Interna.

Sarà di aiuto il sito www.associazione-animo.it dove sono disponibili le locandine degli eventi congressuali sia nazionali che regionali, le più importanti notizie per facilitare il lavoro degli infermieri delle medicine interne e le giornate di formazione che si terranno in tutta Italia di volta in volta, nonché i vari lavori dell’Associazione in formato pdf scaricabili.

Le giornate di formazione e gli eventi congressuali saranno accreditate secondo la procedura ECM.

La quota associativa annuale e’ di 30,00€ che darà la possibilità di accedere a tutte le opportunità sul territorio nazionale offerte da A.N.l.M.O.

Nella convinzione che quanto espresso sia per Te stimolo ad una continua ed efficace crescita professionale, Ti do appuntamento ai prossimi eventi A.N.Í.M.O.